Usa il Codice “FIRSTORDER” per il 10% di sconto al check out. Spedizione Gratuita in Italia.

Lenti a contatto: Consigli Utili e Falsi Miti

Tempo di Lettura: 6 min

Ben ritrovati Lettori! 😄

Giorni fa nel nostro negozio eravamo alle prese con un ragazzetto, Carlo 18 anni,  alle prime armi con le sue prime lenti a contatto. I suoi dubbi erano tantissimi e la sua manualità con la lente a contatto in mano era... pessima! 😅 
Buona volontà, pazienza e ora dopo qualche incontro in negozio Carlo utilizza tantissimo le sue lenti a contatto per fare sport e andare alle feste e non potrebbe mai farne a meno! Allora abbiamo pensato: perchè non condividere la sua esperienza per suggerirvi qualche Consiglio e Curiosità. 

Lenti a contatto, Come Funzionano?

Prima di tutto, capiamo insieme Come Funzionano le Lenti a Contatto, cosa sono e come si utilizzano. 
Attenzione ❗️Le Lenti a Contatto sono dispositivi medici perciò è nostra premura sempre raccomandare tutti i portatori di avere cura nella manutenzione e nell’igine a prescindere dalla tipologia. 
Cos’è una Lente a Contatto? Un piccolo disco concavo di circa 15 mm che ha la capacità di farci vedere bene in ogni circostanza! Esistono vari tipi di lenti, materiali e tipologia di seguito una classificazione delle lenti in base la materiale: 

  • Lenti a contatto morbide in idrogel
  • Lenti a contatto morbide in silicone idrogel
  • Lenti a contatto rigide gas permeabili

Tutte le lenti si appoggiano sull’occhio direttamente, quindi è importante prima verificare se la superficie oculare sia confortevole per la lente in termini di liquido lacrimale (che sarà il letto della nostra lente) e quindi di tollerabilità. 
La lacrima è composta da 3 parti fondamentali: 

  1. componente acquosa: dà corposità alla lente e forma il suo spessore
  2. componente lipidica: fa da tramite tra l’occhio e la lacrima
  3. componente mucinica: evita che le lacrima anche in condizioni alte temperature possano evaporare

Queste componenti devono essere in equilibrio fra loro per consentire alla lente di scivolare sull’occhio ogni volta che la palpebra si apre e chiude (ammiccamento).

Quali lenti a contatto scegliere? 

Prima di tutto quante tipologie di lenti a contatto esistono? Tante.
Per quanto tempo vanno indossate le lenti? Al massimo 12 ore al giorno.
Per semplicità le lenti a contatto più utilizzate sono:

  • mensili
  • giornaliere
  • bisettiminali

Qual è il vantaggio? Beh dipende dall’utilizzo che se ne fa di ogni lente e quanta voglia si ha di fare manutenzione e igienizzazione. Per un livello scarso di pazienza, consigliate le giornaliere: si indossano la mattina e si buttano via la sera. Le altre lenti vengono utilizzate per il lasso di tempo indicato dal nome stesso a partire dal giorno di apertura del blister.

Sono miope. Quali lenti a contatto utilizzare?

Per difetti rifratti come miopia ed ipermetropia vengono utilizzate lenti a contatto morbide. Sono lenti che si adattano alla superficie oculare e ne seguono il profilo. In caso di miopie ed ipermetropie la cornea ha una curvatura uniforme tutti i suoi punti e anche se la lente ruota perchè è sferica, la compensazione è comunque mantenuta. 

Sono astigmatico. Quali lenti a contatto usare?

Il concetto di curvatura nell’astigmatismo è fondamentale. Cosa succede? Invece di avere una curvatura uniforme, come per la miopia e per l’ipermetropia, nell’astigmatismo ci sono due curve diverse e questo fa sì che lenti a contatto morbide non riescono a comperare il difetto rifrattivo in tutti i punti. Allora avremo bisogno di una lente che non ruoti sull’occhio e che abbia una sorta di pesetto che non permetta la rotazione. Le lenti a contatto per astigmatismo sono lenti toriche.

Sono presbite. Posso usare le lenti a contatto?

Certo che si! Esistono le lenti a contatto per la presbiopia ormai da anni, sarà necessario fare alcune prove presso il vostro ottico di fiducia e andrà tutto liscio! 
Le lenti a contatto per la presbiopia consentono di compensare il difetto rifrattivo “di base” oltre a quello della presbiopia con delle speciali tecnologie ormai sfruttatissime da molti.

I 10 Falsi Miti sulle Lenti a Contatto

1. Le lenti a contatto possono perdersi nell'occhio

Solo il pensiero farebbe rabbrividire, per fortuna che la nostra porzione oculare anteriore è chiusa all’interno di un “sacchetto”: la congiuntiva. Perdere la lente nell’occhio è quindi impossibile! 

2. Le lenti a contatto possono cadere fuori dall'occhio

Le lenti aderiscono all’occhio come una "morbida ventosa” e sono mantenute in aderenza sull’occhio grazie alla loro forma e il liquido lacrimale che funge da colla aderente. Anche quando si fa sport e si è in movimento, è impossibile che le lenti saltino fuori dall’occhio! 

3. Le lenti a contatto sono difficili da mettere e togliere

Assolutamente no! A prescindere dalla tipologia e per quale ragione si voglia iniziare a portare le lenti, sono semplicissime nella gestione! Se proprio non hai voglia di starci dietro, opterei per delle lenti usa e getta giornaliere che puoi indossare comodamente e buttare dopo l’utilizzo.

4. Le lenti a contatto possono restare incastrate nell'occhio

Ahia...solo il pensiero, che dolore! Possiamo stare sereni, anche questo è assolutamente sbagliato. Però attenzione: questo non vuol dire che possiamo tenere le lenti addosso per tutto il tempo che vogliamo. Tutte le lenti a contatto devono essere utilizzate con moderazione.
Assolutamente vietato dormire con le lenti a contatto negli occhi!

5. Le lenti a contatto possono fondersi nell'occhio

Se metti le lenti di cera bollente probabilmente, altrimenti possiamo stare sereni!

6. Le lenti a contatto non fanno piangere quando taglio la cipolla

Esatto! Può sembrare pazzesco, ma è vero. Le lenti si pongono come un ostacolo per le particelle che l’occhio riconosce come irritanti e limitano di molto la lacrimazione.

7. Posso lavare le lenti a contatto in acqua dolce

Assolutamente NO! E’ un errore gravissimo da evitare sempre. L’acqua del rubinetto può causare infezioni anche gravi e per lo stesso motivo è caldamente sconsigliato utilizzare le lenti sotto la doccia, nelle saune o in piscine termali.

8. Posso non cambiare il liquido delle lenti a contatto ogni giorno

Erroraccio! La soluzione del giorno prima perde le sue proprietà di disinfettante e conservante e non funziona come dovrebbe. Ovviamente le lenti giornaliere non hanno bisogno di essere conservate perchè possono essere cestinate dopo l’utilizzo!

9. Uso le lacrime artificiali ogni mezz'ora

Ogni occhio è diverso dall’altro e prima di utilizzare lacrime artificiali o gocce a priori sarebbe meglio studiare la composizione lipidica per verificare se possono essere utili! Usarle a priori sarebbe come fare una dieta dimagrante anche quando si vuole mettere massa muscolare.

10. Struccarsi prima di togliere le lenti a contatto

Non farlo! E’ colo una questione di abitudine. Molto meglio prima lavarsi accuratamente le mani, poi togliere le lenti e solo dopo averle tolte struccarsi. Questo perchè sulla lente potrebbero scivolare granelli di mascara, ombretto e sporcizie varie. Inoltre gli struccanti possono avere un impatto sulla lente

Abbiamo cercato di rispondere alle vostre Domande Frequenti sulle Lenti a Contatto e sul nostro mondo, ma se ne avete delle altre potremo con piacere sentirci per confrontarci! 

Chiara di Ottica Sicoli

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati